This content is not available in your region

Regioni, mancano i medici, basta numero chiuso a Medicina

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Messa, numero chiuso necessario ma ora novità importanti
Messa, numero chiuso necessario ma ora novità importanti

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">ROMA</span>, 13 <span class="caps">AGO</span> – Basta numero chiuso alle facoltà di<br /> Medicina, “se non si trovano medici significa che il sistema<br /> formativo non funziona e mortifica centinaia di giovani che non<br /> riescono ad accedere”. A tornare sul tema, da sempre dibattuto,<br /> è oggi l’assessore regionale alla sanità del Lazio Alessio<br /> D’Amato ma da tempo molti governatori – Toti, Musumeci, Zaia,<br /> l’assessore alla Sanità Luca Coletto in Umbria per citarne solo<br /> alcuni – chiedono con insistenza l’abolizione del numero chiuso.<br /> Per il presidente della Crui, Ferruccio Resta, “non è un<br /> problema di numero chiuso ma serve il coraggio della<br /> pianificazione e delle priorità su cui investire. Ma la ministra dell’Università e della Ricerca Cristina<br /> Messa ribatte: “Dall’anno accademico 2022-2023 ci sarà già un<br /> grande cambiamento per accedere alla facoltà di medicina: non<br /> più una sola data, ma un percorso che consenta ai ragazzi dalla<br /> IV superiore di prepararsi, autovalutarsi e poter tentare più<br /> volte nel corso dell’anno il test”. E aggiunge: “Il numero<br /> chiuso è necessario, per mantenere alta la qualità, sia nel caso<br /> di una selezione all’ingresso sia nel caso di “sbarramento” al<br /> secondo anno di università, come accade in Francia”. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.