This content is not available in your region

Ambulante ucciso: autopsia in corso, ultimo 'saluto' moglie

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Civitanova Marche. Disperazione Charity durante riconoscimento
Civitanova Marche. Disperazione Charity durante riconoscimento

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">ANCONA</span>, 02 <span class="caps">AGO</span> – È in corso all’ospedale di<br /> Civitanova Alta (Macerata) l’autopsia della salma del nigeriano<br /> di 39 anni, Alika Ogorchukwu, ucciso venerdì lungo corso Umberto<br /> I da un operaio 32enne di Salerno, Filippo Ferlazzo, durante una<br /> violenta aggressione scaturita da una richiesta di elemosina.<br /> L’esame autoptico, iniziato poco dopo le 11, è stato preceduto<br /> dal riconoscimento della salma fatto dalla moglie, Charity<br /> Oriachi. La vedova ha voluto vedere il marito per l’ultima<br /> volta. “Un momento straziante – dice Francesco Mantella,<br /> avvocato che tutela i familiari del morto – di profonda<br /> disperazione”. Ad accompagnarla nella saletta per il riconoscimento c’erano<br /> il fratello e una donna, pastore della comunità nigeriana che<br /> l’hanno dovuta sorreggere. Il termine degli accertamenti non è<br /> previsto prima delle 14.30. L’autopsia è eseguita dal medico<br /> legale nominato dalla Procura, Ilaria De Vitis. I familiari di<br /> Alika hanno nominato un consulente di parte, il medico legale<br /> Stefano Tombesi, che sta partecipando alle procedure. Presente<br /> anche un ispettore di polizia. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.