This content is not available in your region

Ambulante ucciso: Ferlazzo resta in cella, pericoloso e violento

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Per 32enne accuse omicidio e rapina. Pericolo reiterazione reato
Per 32enne accuse omicidio e rapina. Pericolo reiterazione reato

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">ANCONA</span>, 01 <span class="caps">AGO</span> – Resta in carcere Filippo Claudio<br /> Giuseppe Ferlazzo, l’operaio di 32 anni che venerdì scorso ha<br /> pestato a morte l’ambulante nigeriano 39enne Alika Ogorchukwu in<br /> strada, a Civitanova Marche (Macerata). Lo ha deciso il gip di<br /> Macerata Claudio Bonifazi dopo l’udienza di convalida<br /> dell’arresto che si è tenuta oggi nel carcere di Montacuto<br /> (Ancona). Nell’ordinanza che dispone la custodia in carcere il giudice<br /> fa riferimento all’arrestato come soggetto violento e con<br /> elevata pericolosità sociale, oltre che alla presenza di<br /> “evidenti gravi indizi di colpevolezza” e del pericolo di<br /> reiterazione del reato: in attesa dei risultati dell’autopsia,<br /> osserva il gip, sembra evidente che il decesso sia dovuto<br /> all’aggressione. Il giudice fa riferimento anche a un “disturbo<br /> bipolare” per il 32enne che però dovrà essere approfondito. Durante l’udienza di convalida, al quale ha preso parte anche<br /> il pm e procuratore di Macerata facente funzione Claudio<br /> Rastrelli, Ferlazzo ha chiesto scusa per ciò che ha fatto e,<br /> come ha riferito la sua legale, avv. Roberta Bizzarri, “ha<br /> chiarito che non c‘è stata alcuna motivazione di tipo razziale”<br /> e che “a prescindere dal colore della pelle avrebbe comunque<br /> commesso quel gesto ‘bruttissimo’”. La Procura contesta le<br /> accuse di omicidio volontario aggravato dai futili motivi e di<br /> rapina. Domani, alle 11, all’ospedale di Civitanova Alta<br /> (Macerata) verrà eseguita l’autopsia. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.