This content is not available in your region

Fine vita: ass.Coscioni propone legge regionale in tutte Regioni

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Capogruppo Pd si impegna per le Marche
Capogruppo Pd si impegna per le Marche

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">ANCONA</span>, 12 <span class="caps">LUG</span> – L’Associazione Luca Coscioni<br /> promuove “una legge regionale chiedendo alle Regioni di<br /> legiferare, nell’ambito delle loro competenze, affinché ad ogni<br /> malato siano garantite le adeguate verifiche in tempi certi e<br /> ragionevoli così come anche indicato dal ministro Speranza”<br /> agevolando l’immediata applicazione della sentenza della Coste<br /> Costituzionale sul caso Cappato/dj Fabo. Secondo l’associazione<br /> il testo all’esame del Parlamento “non risolve, anzi complica a<br /> discapito dei malati, le attuali discriminazioni in tema di<br /> accesso alla morte assistita”. “Le storie dei malati che si sono<br /> rivolti all’Associazione Coscioni sono state fondamentali per<br /> individuare le maggiori criticità e i passaggi sui quali una<br /> legge nazionale ha il dovere di intervenire, ma sono altrettanto<br /> fondamentali le Regioni, per definire i tempi e le procedure già<br /> individuate dalla sentenza costituzionale” dice Filomena Gallo,<br /> segretario nazionale dell’associazione e co-difensore di Mario,<br /> Antonio e Fabio, i tre marchigiani che hanno chiesto di avere<br /> accesso al suicidio assistito: Mario, vero nome Federico<br /> Carboni, di Senigallia, lo ha ottenuto ed è morto a giugno,<br /> Fabio Ridolfi, di Fermignano è morto dopo avere scelto la<br /> sedazione profonda per evitare ulteriori attese, mentre Antonio<br /> ha in questi giorni ottenuto il parere favorevole da un<br /> commissione medica regionale, ma senza avere indicazioni sul<br /> farmaco. “Ritardi illegittimi e incompatibili con situazioni di<br /> sofferenza” secondo l’avv. Gallo. L’iniziativa trova subito una<br /> sponda nelle Marche Regione Marche: il capogruppo Pd Maurizio<br /> Mangialardi (opposizione) intervenuto questa mattina nel corso<br /> del Consiglio Generale dell’associazione, si è impegnato a<br /> depositare la proposta di legge regionale e a sostenerla, oltre<br /> a coinvolgere altri Consigli regionali. “A livello nazionale il<br /> Pd delle Marche – ha ricordato Mangialardi – è stata l’unico ad<br /> aderire formalmente al referendum”. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.