This content is not available in your region

Delitto Arce: difesa Mottola, è processo indiziario e mediatico

Access to the comments Commenti
Di ANSA
'Imputati vanno assolti'. Sentenza prevista il 15 luglio
'Imputati vanno assolti'. Sentenza prevista il 15 luglio

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">ROMA</span>, 11 <span class="caps">LUG</span> – Un processo “indiziario”. Così<br /> l’avvocato Piergiorgio Di Giuseppe, difensore di Marco Mottola,<br /> definisce il procedimento per la morte di Serena Mollicone, la<br /> ragazza di Arce uccisa nel 2001. Per il suo assistito la procura<br /> ha chiesto una condanna a 25 anni per l’accusa di omicidio<br /> volontario, la stessa contestata al padre Franco, ex comandante<br /> della caserma dei carabinieri di Arce, per il quale sono stati<br /> chiesti 30 anni di carcere e la madre Anna Maria nei confronti<br /> della quale sono stati sollecitati 21 anni. Il penalista ha<br /> affermato che su questo processo c‘è stato un “frastuono<br /> mediatico” eccessivo e che il procedimento arriva da due<br /> archiviazioni, entrambe successive alle dichiarazioni del<br /> brigadiere Santino Tuzi, suicidatosi una settimana dopo aver<br /> dichiarato in procura che Serena Mollicone era entrata nella<br /> caserma di Arce il giorno della sua scomparsa. La sentenza<br /> dovrebbe arrivare il 15 luglio. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.