This content is not available in your region

Biden: "Sosterremo le donne che andranno ad abortire in altri stati"

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
Il presidente statunitense Joe Biden
Il presidente statunitense Joe Biden   -   Diritti d'autore  Evan Vucci/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved

Il Governo federale degli Stati Uniti proteggerà le donne che decideranno di viaggiare in altri Stati per abortire.

A dirlo, questo venerdì, in teleconferenza con diversi governatori democratici, è stato il presidente Joe Biden, che intende cosi contrastare la pronuncia della Corte Suprema che ha ribaltato la sentenza Roe v. Wade, consentedo a ciascuno Stato di stabilire se le interruzioni di gravidanza possano essere effettuate.

"Se governatori estremisti cercano di impedire a una donna di viaggiare dal suo Stato che le vieta di cercare l'assistenza medica di cui ha bisogno a uno Stato che la fornisce, il governo federale agirà per proteggere il suo diritto fondamentale attraverso l'ufficio del Procuratore Generale" ha dichiarato Biden. "In secondo luogo, se gli Stati cercano di impedire a una donna di ottenere un farmaco che la FDA ha già approvato e che è disponibile da più di 20 anni, la mia amministrazione agirà per proteggere il diritto di quella donna a quel farmaco".

Biden ha incoraggiato i governatori a sostenerlo nella conquista della maggioranza al Senato, fortemente diviso, alle elezioni di medio termine di novembre, in modo da porre fine all'ostruzionismo repubblicano e ottenere la codifica dei diritti all'aborto. 

La revoca del diritto all'aborto, ha provocato un terremoto politico nel Paese. Dopo la decisione, 13 Stati hanno già bloccato o ridotto l'accesso all'interruzione di gravidanza.

Ma secondo un recente sondaggio, una crescente percentuale di americani ritiene che l'aborto e i diritti delle donne debbano rappresentare una priorità per il governo.