Manager arrestato, archiviazione per la sorella di Di Fazio

Access to the comments Commenti
Di ANSA
In primo grado la condanna a 15 anni e mezzo a Milano
In primo grado la condanna a 15 anni e mezzo a Milano

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">MILANO</span>, 24 <span class="caps">MAG</span> – “Nei giorni scorsi il giudice per<br /> le indagini preliminari di Milano, dottoressa Chiara Valori, ha<br /> archiviato ogni contestazione mossa nei confronti della<br /> dottoressa Maria Rosa Di Fazio, del tutto marginalmente<br /> interessata alla dolorosa vicenda che vede tuttora coinvolto il<br /> fratello Antonio”. Lo riferiscono gli avvocati Guido Magnisi del foro di Bologna<br /> e Andrea Soliani del foro di Milano che difendono la nota<br /> oncologa milanese, sorella dell’ex<br /> imprenditore del settore farmaceutico arrestato nel maggio 2021<br /> e ad aprile 202<br /> condannato in primo grado per presunti casi di abusi sessuali,<br /> con uso di dosi di<br /> benzodiazepine, nei confronti di alcune giovani donne. “E’ stata dichiarata la piena estraneità della dottoressa Di<br /> Fazio dai fatti per cui si procede nei confronti del fratello.<br /> Viene così restituita totale dignità umana e professionale alla<br /> dottoressa Di Fazio, medico conosciuto, affermato e stimato”,<br /> proseguono gli avvocati Magnisi e Soliani. La loro assistita, primaria a San Marino, era accusata in<br /> pratica di aver aiutato il manager ad avere le ricette per<br /> procurarsi le benzodiazepine. Dalle indagini non sarebbe emerso<br /> alcun elemento sulla consapevolezza dell’uso che avrebbe fatto<br /> il fratello dei farmaci prescritti e neppure certezze sulla<br /> riconducibilità alla dottoressa di alcune delle ricette,<br /> presumibilmente false ritrovate. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.