This content is not available in your region

Tonno adulterato, indagine e perquisizioni Nas a Bisceglie

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Inchiesta aperta dopo intossicazione di 27 persone
Inchiesta aperta dopo intossicazione di 27 persone

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">BARI</span>, 20 <span class="caps">MAG</span> – Avrebbero trattato e adulterato del<br /> tonno a pinna gialla pescato nell’oceano Atlantico con sostanze<br /> non consentite per esaltarne l’aspetto e il colore ma rendendolo<br /> nocivo per la salute dei consumatori e provocando effettivamente<br /> l’intossicazione di una trentina di persone che lo avevano<br /> mangiato in Puglia, Toscana e Liguria. Per questa ragione tre<br /> imprenditori ( padre e due figli) e un dipendente di due aziende<br /> ittiche di Bisceglie, sono indagati a vario titolo per<br /> contraffazione di sostanze alimentari, frode nell’esercizio del<br /> commercio, vendita di sostanze alimentari non genuine,<br /> distribuzione di alimenti nocivi e lesioni personali. I<br /> carabinieri del Nas, Nucleo anti sofisticazione, insieme a<br /> personale della Asl sta eseguendo nove decreti di perquisizione<br /> disposti dalla Procura di trani presso le due aziende coinvolte<br /> e le abitazioni degli indagati e in due laboratori di analisi<br /> campani, ad Avellino. Questi ultimi, laboratori privati e<br /> accreditati, fornivano le certificazioni necessarie alla<br /> commercializzazione del tonno. Le indagini sono state avviate dopo una intossicazione<br /> alimentare che un anno fa ha colpito 27 persone in Puglia,<br /> Toscana e Liguria. Una intera famiglia di Pezze di Greco di<br /> Fasano, in provincia di Brindisi, ha dovuto ricorrere alle cure<br /> ospedaliere. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.