This content is not available in your region

Camorra: blitz di Carabinieri e Dda nel Napoletano, 17 arresti

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Spaccio, estorsioni e tentati omicidi: in uno ferito innocente
Spaccio, estorsioni e tentati omicidi: in uno ferito innocente

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">NAPOLI</span>, 16 <span class="caps">MAG</span> – Associazione di tipo mafioso<br /> finalizzata alla ricettazione, detenzione e porto illegale di<br /> armi ed esplosivi, tentato omicidio e associazione finalizzata<br /> al traffico di sostanze stupefacenti: sono i reati che, a vario<br /> titolo, la Dda di Napoli contesta a 17 indagati ai quali, nel<br /> corso della notte, i Carabinieri della Compagnia di Castello di<br /> Cisterna hanno notificato (tra Napoli, Agrigento, Biella, Terni<br /> e Santa Maria Capua Vetere in provincia di Caserta), altrettanti<br /> arresti emessi dal gip di Napoli.<br /> Le indagini dei militari di Castello di Cisterna e dalle<br /> stazioni di Brusciano e Marigliano si sono protratte tra<br /> dicembre 2017 e dicembre 2020 e hanno riguardato i clan rivali<br /> Rega ed Esposito-Palermo, entrambi di Brusciano, e le loro<br /> attività illecite, tra le quali spiccano lo spaccio di sostanze<br /> stupefacenti e le estorsioni.<br /> Complessivamente sono state notificate misure cautelari a<br /> quattro indagati che erano in libertà, a 11 già detenuti in<br /> carcere e a due già agli arresti domiciliari per altra causa.<br /> Tra i destinatari dei provvedimenti figurano anche Francesco<br /> Palermo e Tommaso Rega, alias “O’ chirichiello”, capi degli<br /> omonimi clan dediti a estorsioni, attentati dinamitardi, reati<br /> contro la persona, in materia di armi, e al traffico di ingenti<br /> quantitativi di sostanze stupefacenti di varia natura,<br /> commercializzati nelle loro “piazze di spaccio”.<br /> Tra gli episodi su cui si è concentrata l’attenzione degli<br /> investigatori figurano anche due tentati omicidi: il primo<br /> avvenuto il 3 dicembre 2017, il secondo 17 giorni dopo, il 20<br /> dicembre, nel quale rimaste ferito il padre di un militare<br /> dell’Arma in forza alla Sezione Operativa della Compagnia di<br /> Castello di Cisterna, che si è trovato accidentalmente sul luogo<br /> dell’agguato. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.