This content is not available in your region

Premio Exodus a De Paolis, magistrato 'cacciatore di nazisti'

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Ha indagato sulle stragi nazifasciste, da Marzabotto a Cefalonia
Ha indagato sulle stragi nazifasciste, da Marzabotto a Cefalonia

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – LA <span class="caps">SPEZIA</span>, 13 <span class="caps">MAG</span> – La città della Spezia ha<br /> conferito il Premio Exodus 2022 al magistrato Marco De Paolis,<br /> procuratore generale militare presso la corte militare di<br /> appello di Roma e uno dei maggiori esperti di crimini<br /> nazifascisti perpetrati durante la Seconda Guerra Mondiale.<br /> Nella sua carriera è stato gip e poi procuratore generale del<br /> Tribunale Militare della Spezia dal 1988 al 2008 e procuratore<br /> capo della Procura militare di Roma dal 2010 al 2018. In questo<br /> lasso di tempo ha istruito circa 450 procedimenti per crimini di<br /> guerra, con 57 condanne all’ergastolo in primo grado, e indagato<br /> alcuni degli eccidi più efferati di tutto il conflitto, da<br /> Marzabotto a Cefalonia passando per Sant’Anna di Stazzema, anche<br /> sulla base della scoperta dei cosiddetti ‘armadi della<br /> vergogna’. “I processi sulle stragi nazifasciste, la doverosa attività<br /> di giustizia che è stata portata avanti, è una sorta di porta<br /> della verità – ha detto il magistrato -. Quella che si fa dopo<br /> 70 anni è forse solo un frammento di giustizia, ma è il minimo<br /> che lo Stato doveva fare”. Il Premio Exodus prende le mosse dall’accoglienza che la<br /> popolazione locale offrì, all’indomani della fine della guerra,<br /> agli ex internati ebrei dei lager nazisti che affluivano in<br /> città per imbarcarsi e lasciare l’Europa. Motivo per il quale la<br /> Spezia è tuttora conosciuta in Israele con la dicitura di<br /> “Schàar Zion”, la Porta di Sion. “De Paolis è un grande<br /> magistrato militare, che ha avuto il coraggio di aprire gli<br /> armadi della vergogna, recuperare tante storie e chiedere<br /> giustizia per le vittime e per la democrazia. Deve essere oggi<br /> premiato questo coraggio” ha detto il sindaco Pierluigi<br /> Peracchini. Nelle precedenti edizioni erano stati premiati Noemi Di Segni<br /> (2020), Lia Levi (2019), Liliana Segre (2018), Maurizio Molinari<br /> (2017) e Giorgio Napolitano (2016). (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.