Verso sentenza processo d'appello per vicenda Shalabayeva

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Il 25 maggio repliche delle parti e forse camera di consiglio
Il 25 maggio repliche delle parti e forse camera di consiglio

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">PERUGIA</span>, 10 <span class="caps">MAG</span> – Si avvia verso la sentenza il<br /> processo di secondo grado davanti alla Corte d’appello di<br /> Perugia per le presunte irregolarità legate al rimpatrio di Alma<br /> Shalabayeva, la moglie del dissidente kazako Mukhtar Ablyazov,<br /> espulsa verso il Kazakhstan nel 2013 insieme alla figlia Alua e<br /> poi entrambe tornate in Italia. Oggi sono infatti terminate le arringhe dei difensori dei<br /> sette imputati, tutti condannati in primo grado. Tra loro gli ex<br /> capi della squadra mobile e dell’ufficio immigrazione della<br /> questura di Roma, Renato Cortese e Maurizio Improta. Tutti i<br /> legali hanno chiesto l’assoluzione dei loro assistiti. L’udienza è stata quindi rinviata al 25 maggio prossimo per le<br /> eventuali repliche. Se queste dovessero terminare in tempi<br /> brevi, la Corte entrerà in camera di consiglio per la sentenza.<br /> Se invece gli interventi si protrarranno, per la decisione dei<br /> giudici sarà scelta un’altra data. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.