This content is not available in your region

'Bimbi stella', un aiuto a chi perde il figlio durante parto

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Presentata piattaforma del Kfs a Bolzano
Presentata piattaforma del Kfs a Bolzano

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">BOLZANO</span>, 21 <span class="caps">APR</span> – Si chiama “Sternenkinder – Bimbi<br /> stella” il progetto dell’associazione cristiana famiglie<br /> sudtirolesi Kfs a sostegno delle famiglie che hanno perso un<br /> bambino prima, durante e poco dopo la nascita. La piattaforma<br /> online è stata presentata in presenza dell’assessore provinciale<br /> Philipp Achammer e di sua moglie Nicole Uibo, che tre anni fa<br /> hanno vissuto questo dramma. In Alto Adige, secondo l’Astat, nel<br /> 2020 sono stati registrati 513 aborti spontanei. “E’ importante<br /> superare il tabu che ancora oggi troppo spesso esiste a<br /> riguardo. E’ altrettanto importante fornire alle famiglie tutte<br /> le informazioni utili”, ha detto Uibo. “Molte famiglie devono affrontare un lutto di questo tipo,<br /> ma ogni storia è diversa e in alcuni casi l’elaborazione dura<br /> molti anni. Per questo motivo è importante riassumere su<br /> un’unica piattaforma tutte le informazioni e tutti gli aiuti<br /> disponibili in Alto Adige”, ha aggiunto Achammer. “La donna in<br /> questi casi deve portare il maggiore peso, ma anche l’uomo è<br /> chiamato ad aprirsi e ad intraprendere il cammino di coppia”,<br /> così l’assessore. Il portale bimbistella.it contiene infatti<br /> informazioni sul “sentiero del lutto” e sui funerali, mentre<br /> altri capitoli sono dedicato agli incontri, al sostegno e alle<br /> testimonianze. Il Kfs ha anche lanciato il corso di cucito “Abiti d’angelo<br /> per i Bimbi stella”. Da vecchi abiti da sposa nascono vestitini<br /> che poi vengono donati agli ospedali. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.