This content is not available in your region

Mottarone: Cassazione annulla i domiciliari per gli indagati

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Atti inviati al Riesame per un nuovo giudizio
Atti inviati al Riesame per un nuovo giudizio

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">MILANO</span>, 19 <span class="caps">APR</span> – La Cassazione ha annullato con<br /> rinvio a una nuova sezione del Tribunale del Riesame di Torino<br /> il provvedimento con cui lo scorso ottobre era stato accolto il<br /> ricorso della Procura di Verbania e disposti gli arresti<br /> domiciliari per Luigi Nerini ed Enrico Perocchio, due degli<br /> indagati per la tragedia del Mottarone. on un provvedimento depositato stamane, la Cassazione ha<br /> annullato la decisione del Riesame nei confronti di Enrico<br /> Perocchio, il direttore di esercizio della funivia,<br /> limitatamente alla scelta della misura, mentre non si è<br /> pronunciata sulle esigenze cautelari e sul quadro indiziario che<br /> quindi sono confermati. Nei confronti di Luigi Nerini, il titolare della concessione<br /> dell’impianto, la Suprema Corte ha invece annullato l’intero<br /> provvedimento del Riesame di Torino. Ora per capire quale sia il<br /> punto o i punti da rivalutare, si attendono le motivazioni. Venerdì scorso si era tenuta l’udienza per discutere il<br /> ricorso delle difese contro la decisione dei giudici torinesi di<br /> ribaltare l’ordinanza con cui il gip di Verbania Donatella Banci<br /> Buonamici il 29 maggio scorso aveva respinto la richiesta di<br /> convalida del fermo per i due e per il capo servizio Andrea<br /> Tadini, e anche la richiesta di misura cautelare avanzata dalla<br /> Procura eccetto che per Tadini, posto ai domiciliari. Il 26 maggio, tre giorni dopo la tragedia in cui sono morte<br /> 14 persone e solo un bimbo, il piccolo Eitan, è sopravvissuto, i<br /> tre furono fermati dal Procuratore della Repubblica Olimpia<br /> Bossi e dal pm Laura Carrera, titolari dell’indagine. I pm<br /> avevano poi impugnato il provvedimento del gip e lo scorso<br /> ottobre il Riesame aveva rilevato l’esistenza delle esigenze<br /> cautelari disponendo i domiciliari per Nerini e Perocchio. Dopo<br /> di che il ricorso in Cassazione delle difese contro l’ordinanza.<br /> A differenza di Tadini, arrestato e poi tornato libero per<br /> decorrenza dei termini, ai due non è mai stata applicata una<br /> misura cautelare. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.