This content is not available in your region

Ucraina: evacuazione medica in Italia per 100 pazienti

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Protezione civile, svolte 14 missioni aeree in Paesi limitrofi
Protezione civile, svolte 14 missioni aeree in Paesi limitrofi

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">ROMA</span>, 09 <span class="caps">APR</span> – La Cross – Centrale remota per le<br /> operazioni di soccorso sanitario – attivata dal Dipartimento<br /> della Protezione Civile per il coordinamento del soccorso<br /> sanitario urgente dei cittadini ucraini, sta continuando a<br /> garantire il trasferimento dei pazienti presenti nei Paesi<br /> limitrofi all’ Ucraina. Dall’inizio dell’emergenza sono stati<br /> trasportati 100 pazienti tramite MedEvac (evacuazione medica),<br /> grazie a 14 missioni aeree effettuate dalla Guardia di Finanza e<br /> vettori privati. In particolare, dal 28 marzo all’8 aprile, sono stati<br /> trasferiti complessivamente 42 pazienti assistiti dai servizi<br /> sanitari delle regioni Liguria, Piemonte, Lombardia, Veneto,<br /> Toscana, Lazio, Marche, Abruzzo ed Emilia-Romagna. La Cross, nell’ambito del Meccanismo europeo di Protezione<br /> Civile e in risposta alla specifica richiesta della Direzione<br /> generale per la salute e la sicurezza Alimentare della<br /> Commissione europea, continuerà, in raccordo con i referenti<br /> sanitari regionali, la ricognizione dei posti letto disponibili<br /> nelle Regioni e Province Autonome e l’organizzazione del<br /> trasferimento dei pazienti. Prosegue, inoltre, l’attività del Disevac – Disability<br /> evacuation – delle Misericordie di Italia: un servizio che<br /> garantisce l’evacuazione protetta e assistita di persone<br /> deambulanti fragili, non deambulanti con sedia a rotelle e<br /> allettati in barella dal confine tra Polonia e Ucraina<br /> all’Italia. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.