Come portare i responsabili dei crimini di guerra in tribunale, parla Didier Reynders

Access to the comments Commenti
Di Marina Stoimenova
Corpi di civili nelle fosse comuni in Ucraina
Corpi di civili nelle fosse comuni in Ucraina   -   Diritti d'autore  AP Photo/Rodrigo Abd

Dopo le immagini sconvolgenti delle strade disseminate di cadaveri nell'urbano ucraino di Bucha, si parla con insistenza di crimini di guerra. Mosca continua a negare la responsabilità del massacro. A fronte di questo Euronews ha intervistato Didier Reynders, Commissario europeo alla Giustizia.

La raccolta delle prove

"Il primo obiettivo è raccogliere prove, archiviarle, fornire strumenti sufficienti a tutti i pubblici ministeri in Ucraina e presso la Corte Penale Internazionale e in diversi Stati membri, a causa della competenza universale, non solo per fare le indagini, ma per i procedimenti giudiziari bisogna portare i responsabili alla sbarra" spiega il Commissario Europeo alla Giustizia Didier Reynders

"Si tratta ormai di crimini di guerra?" domanda Marina Stoimenova..... "Certamente a Bucha e in altre città abbiamo visto prove chiare di crimini di guerra, ma per procedere abbiamo bisogno di raccogliere tutte le prove: video, testimonianze e tutti i tipi di prove possibili - ammette Reynders - Siamo scioccati dalle immagini, ma i tempi del sistema giudiziario sono piuttosto lunghi, ci servono le prove per avviare procedimenti penali e armare un processo".