Cucchi: Pg Cassazione, 'confermare condanne Cc'

Access to the comments Commenti
Di ANSA
'Via crucis' notturna'. Anselmo, speriamo fine dopo 15 processi
'Via crucis' notturna'. Anselmo, speriamo fine dopo 15 processi

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">ROMA</span>, 04 <span class="caps">APR</span> – Il Pg della Cassazione, Tomaso<br /> Epidendio, ha chiesto la conferma delle condanne per i quattro<br /> carabinieri implicati nella morte di Stefano Cucchi, il giovane<br /> romano morto in seguito alle percosse ricevute nella notte tra<br /> il 15 e il 16 ottobre del 2009 nella caserma Casilina dopo<br /> essere stato fermato per stupefacenti. In particolare il Pg ha<br /> chiesto di confermare le condanne per omicidio<br /> preterintenzionale nei confronti di Alessio Di Bernardo e<br /> Raffaele D’Alessandro e la relativa pena a 13 anni di<br /> reclusione. Da confermare anche la condanna a 4 anni per falso<br /> nei confronti del maresciallo Roberto Mandolini. Da confermare<br /> anche la responsabilità per stesso reato per Francesco Tedesco,<br /> ma solo per lui il Pg ha chiesto l’annullamento con rinvio in<br /> relaziona al trattamento sanzionatorio. Un appello bis potrebbe<br /> diminuire l’entità della pena per Tedesco (due anni e sei mesi),<br /> se ricevesse la concessione delle attenuanti generiche. “Fu una via crucis notturna quella di Stefano Cucchi, portato<br /> da una stazione all’altra” ha sottolineato in aula il Pg della<br /> Cassazione Tomaso Epidendio all’udienza per il pestaggio subito<br /> dal giovane geometra ad opera dei carabinieri nella caserma<br /> Casilina, “e tutte le persone che entrarono in contatto con lui<br /> dopo il pestaggio sono rimaste impressionate dalle condizioni<br /> del Cucchi: si tratta di un gran numero di soggetti tra i quali<br /> infermieri, personale delle scorte, detenuti, agenti di guardia.<br /> Davvero si può ritenere che questo numero impressionate di<br /> soggetti abbia congiurato contro i carabinieri?” “E’ un momento di grande tensione – dice all’<span class="caps">ANSA</span> il legale<br /> della famiglia Cucchi, Fabio Anselmo – che arriva dopo 150<br /> udienze e 14 gradi di giudizio, 15 con oggi. Speriamo che venga<br /> messa fine a una verità giudiziaria che ormai tutti sappiamo ed<br /> è ora che venga affermata in modo definitivo”. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.