Ucraina: pullman con aiuti da Montevago verso la Polonia

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Rientrarà nel centro belicino con una quarantina di profughi
Rientrarà nel centro belicino con una quarantina di profughi

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">PALERMO</span>, 20 <span class="caps">MAR</span> – E’ partito oggi da Montevago<br /> (Agrigento) il bus umanitario che porterà in Polonia un carico<br /> di medicine e beni di prima necessità e che tornerà in Sicilia<br /> con a bordo una quarantina di profughi ucraini. L’iniziativa “Un cuore per l’Ucraina” è promossa dal comune<br /> di Montevago in collaborazione con l’associazione di<br /> volontariato “A Cuore Aperto”. Collaborano altre associazioni<br /> del territorio che si sono mobilitate per la raccolta solidale<br /> che ha coinvolto in questi giorni anche le comunità di Santa<br /> Margherita Belìce, Burgio e Ribera. Medicinali e prodotti per<br /> bambini saranno consegnati a Lublino a un medico dell’ospedale<br /> di Sumy, tra le città ucraine sotto assedio, dove solo ieri, con<br /> l’apertura dei corridoi umanitari, è stato possibile per le<br /> agenzie umanitarie far arrivare i primi aiuti. Donne, bambini e<br /> anziani troveranno ospitalità nel centro belicino dove alcuni<br /> cittadini, rispondendo all’appello del sindaco Margherita La<br /> Rocca Ruvolo, hanno messo a disposizione alcune abitazioni.<br /> Punto di riferimento per l’identificazione dei profughi, il<br /> parroco polacco don Sebastian Kondzior, per diversi anni<br /> cappellano ospedaliero al Policlinico Tor Vergata di Roma. “Di fronte a un’emergenza umanitaria di questa portata, la<br /> comunità di Montevago – dice il sindaco Margherita La Rocca<br /> Ruvolo – ha sentito forte la necessità di fare la propria parte,<br /> così come del resto stanno facendo in tanti in tutta Italia e<br /> anche nell’Agrigentino. Un’iniziativa che è nata dalla<br /> collaborazione tra amministrazione comunale, associazioni di<br /> volontariato e cittadini, nella condivisione di un progetto.<br /> Faremo di tutto per far sentire i fratelli ucraini parte<br /> integrante della nostra comunità e per tentare di alleviare le<br /> sofferenze della guerra”. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.