This content is not available in your region

Ucraina: Parolin, fermare scempio, non è tardi per accordo

Access to the comments Commenti
Di ANSA
'Non siamo stai capaci costruire convivenza dopo Muro Berlino'
'Non siamo stai capaci costruire convivenza dopo Muro Berlino'

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – CITTÀ <span class="caps">DEL</span> <span class="caps">VATICANO</span>, 12 <span class="caps">MAR</span> – “La guerra è una<br /> pazzia, bisogna fermarla”: lo ha detto il cardinale segretario<br /> di Stato Pietro Parolin. “Bisogna avere il cuore di pietra per<br /> restare impassibili e permettere che questo scempio continui,<br /> che continuino a scorrere fiumi di sangue e lacrime”.<br /> “Purtroppo, bisogna riconoscere – sottolinea il Segretario di<br /> Stato vaticano parlando ai media vaticani – che non siamo stati<br /> capaci di costruire, dopo la caduta del Muro di Berlino, un<br /> nuovo sistema di convivenza fra le Nazioni, che andasse al di là<br /> delle alleanze militari o delle convenienze economiche. La<br /> guerra in corso in Ucraina rende evidente questa sconfitta”. Ma<br /> “non è mai troppo tardi, non è mai tardi per fare la pace, non è<br /> mai tardi per tornare sui propri passi e per trovare un<br /> accordo”. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.