This content is not available in your region

Morte Rossi: Viola, mi rimbombano ancora parole e-mail Help

Access to the comments Commenti
Di ANSA
'Temeva l'arresto e di perdere posto, lo rassicurai più volte'
'Temeva l'arresto e di perdere posto, lo rassicurai più volte'

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">SIENA</span>, 10 <span class="caps">MAR</span> – “Mi sento di dire di no”, che non fu<br /> un omicidio, “è il giudizio che mi sono dato avendo letto le<br /> carte, considerando abbastanza improbabile che qualcuno riesca<br /> ad entrare in banca e possa farlo”. Così ha risposto l’ex ad di<br /> banca Mps Fabrizio Viola audito alla Commissione parlamentare<br /> d’inchiesta che gli hanno chiesto se secondo lui David Rossi, il<br /> capo della comunicazione di Mps morto il 6 marzo 2013<br /> precipitando da una finestra di Rocca Salimbeni, possa esser<br /> stato ucciso. “Peraltro – ha detto ancora Viola – associo il<br /> disagio di David a quello che è successo e Rossi era sicuramente<br /> sotto stress”. Viola ha anche detto che “quando oggi si parla di<br /> David Rossi mi rimbombano, non solo in testa, le parole scritte<br /> in quella e-mail”, nota come ‘help’, “ ma anche tutto ciò che<br /> c‘è stato intorno. Siamo al paradosso che per me oggi parlare di<br /> Santorini e Alexandria è più facile che parlare di David Rossi”.<br /> “Questa tragedia, insieme a tanti altri problemi, è quella che<br /> più mi ha colpito dal punto di vista umano e che ancora oggi mi<br /> crea turbamento”, ha affermato Viola ricordando che “dopo la<br /> perquisizione che ebbe, le preoccupazioni principali di David<br /> Rossi erano la perdita di lavoro e l’arresto”. Ma “sull’arresto – ha detto Viola – l’avevamo messa anche sul ridere. Lui mi<br /> diceva la famosa frase” dei carcerati “‘mi porterai le<br /> arance…’. E io gli dicevo ‘Non ti voglio sminuire, ma dai le<br /> giuste dimensioni alle cose che succedono”. “Gli dicevo – ha<br /> proseguito l’ex ad -‘Tu sei capo della comunicazione per quanto<br /> tu possa aver saputo, faccio fatica a pensare che tu abbia<br /> potuto compiere dei reati’”. Per quanto riguarda il posto di<br /> lavoro, ha sempre ricordato Viola “credo di avergli dato più<br /> volte rassicurazioni sul fatto che questa era una cosa fuori dai<br /> radar. Più volte gli ho ricordato l’apprezzamento mio e del<br /> presidente Profumo”. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.