Trovati e rimossi ordigni 2/a Guerra Mondiale nel Fiorentino

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Sono di artiglieria tedesca e Usa su linea fronte in Val di Pesa
Sono di artiglieria tedesca e Usa su linea fronte in Val di Pesa

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">SAN</span> <span class="caps">CASCIANO</span> <span class="caps">VAL</span> DI <span class="caps">PESA</span> (<span class="caps">FIRENZE</span>), 11 <span class="caps">FEB</span> – Rimossi<br /> ordigni bellici di artiglieria stamani a San Casciano Val di<br /> Pesa (Firenze), in luoghi diversi del territorio, da parte degli<br /> artificieri del Genio dell’Esercito. Un intervento, programmato,<br /> c‘è stato davanti ad alcune case all’uscita dell’abitato, in via<br /> Scopeti, dentro un cantiere per installazione di nuovi tubi<br /> dell’acquedotto pubblico. Il nucleo Cmd (Conventional Munition<br /> Disposal – Bonifica di munizionamento convenzionale) del<br /> Reggimento Genio Ferrovieri di Castel Maggiore (Bologna) ha<br /> recuperato una granata d’artiglieria tedesca da 15 centimetri He<br /> (High Explosive). L’ordigno è stato fatto brillare in cava. Tuttavia, sempre stamattina a San Casciano in Val di Pesa,<br /> nell’alveo del torrente Suganella, in aperta campagna e a una<br /> certa distanza dalle zone abitate, a seguito di una segnalazione<br /> di un cittadino durante una passeggiata, i genieri hanno<br /> recuperato sul greto la parte ogivale di una granata<br /> d’artiglieria di fabbricazione Usa, sempre della Seconda Guerra<br /> Mondiale. Anche questo ordigno è stato fatto brillare in una<br /> cava. L’escursionista aveva notato affiorare l’ogiva dal terreno<br /> e lo ha segnalato. Nell’estate del 1944 tali luoghi furono attraversati per<br /> giorni da un’intensa linea del fronte, con la ritirata<br /> dell’esercito tedesco verso Firenze e la Linea Gotica, incalzato<br /> dalle truppe alleate che in questa area, in Val di Pesa, avevano<br /> come avanguardia reparti neozelandesi. Notevoli furono i<br /> cannoneggiamenti con artiglieria da campagna durante lo<br /> spostamento della linea. Il torrente Suganella secondo i<br /> racconti di reduci neozelandesi fu teatro di scontri, anche<br /> molto drammatici e ravvicinati, con i soldati tedeschi che<br /> coprivano la ritirata a Firenze fino alla decisiva e sanguinosa<br /> battaglia di San Michele a Torri. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.