Uccise e fece a pezzi madre: morto dopo aggressione in cella

Access to the comments Commenti
Di ANSA
A Napoli 10 giorni fa lite con compagno di stanza psichiatrico
A Napoli 10 giorni fa lite con compagno di stanza psichiatrico

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">NAPOLI</span>, 08 <span class="caps">GEN</span> – Eduardo Chiarolanza, l’uomo affetto<br /> da problemi psichiatrici che lo scorso settembre ha ammesso di<br /> avere ucciso e fatto a pezzi la madre 84enne, Eleonora Di<br /> Vicino, nel quartiere Pianura di Napoli, è deceduto la scorsa<br /> notte nell’ospedale Cardarelli dove era ricoverato. Chiarolanza era finito in ospedale in seguito ad una<br /> aggressione subita dieci giorni fa nel carcere di Poggioreale<br /> per mano dell’altro detenuto psichiatrico con il quale<br /> condivideva la cella. La morte di Chiarolanza, sebbene avvenuta<br /> in un reparto Covid del nosocomio napoletano, sarebbe, secondo<br /> quanto si è appreso, riconducibile alla profonde lesioni al capo<br /> provocate da un corpo contundente, sembrerebbe uno sgabello. Più<br /> volte i sindacati della Polizia Penitenziaria si sono<br /> pronunciati contro la gestione molto problematica nelle carceri<br /> di detenuti afflitti da problemi psichiatrici. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.