This content is not available in your region

Stati Uniti, via libera al vaccino di Moderna

Access to the comments Commenti
Di Euronews
Stati Uniti, via libera al vaccino di Moderna
Diritti d'autore  Elise Amendola/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved.   -  

I benefici sono superiori ai rischi. A pesare i pro e i contro del vaccino di Moderna è il comitato di consulenti della Food and Drug Administration, che ne ha approvato l'uso d'emergenza.

Il vaccino è molto simile a quello della Pfizer Inc. e della tedesca BioNTech, che ora viene distribuito a milioni di operatori sanitari e di residenti delle case di cura

Secondo Francis Collins, direttore del National Institutes of Health (NIH), "tra Pfizer e Moderna, ci saranno dosi sufficienti, entro il mese di dicembre, per immunizzare i primi 20 milioni di persone in quella che speriamo sia una grande spinta per lasciarci alle spalle il virus. Anche se ci vorranno ancora molti mesi per arrivare a tutti gli americani".

Gli Stati Uniti aggiungono così un altro vaccino, dopo quello di Pfizer-BioNTech, all'arsenale contro il Covid-19. 

Moderna prevede di avere tra sino a 125 milioni di dosi, disponibili a livello globale nei primi tre mesi del 2021, con 85-100 milioni da somministrare negli Stati Uniti. dove la pandemia ha provocato 312mila vittime

"Francamente, se non riusciamo a immunizzare circa l'80% degli americani entro la metà di questo 2021, c'è il rischio che questa epidemia possa continuare all'infinito - aggiunge Francis Collins - Dovremo fare molto qui per cercare di acquisire le informazioni necessarie a prendere decisioni".

Lunedì è iniziata una massiccia campagna di vaccinazione . Sia il vaccino di Moderna, che potrebbe essere autorizzato in Europa il 6 gennaio, che quello di Pfizer/BioNTech sono risultati efficaci al 95% circa nella prevenzione del coronavirus.