This content is not available in your region

Soccorritore, non scorderò bimba salvata

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Soccorritore, non scorderò bimba salvata
Medico eliambulanza, suoi occhi terrorizzati impressi in memoria

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">COSENZA</span>, 21 <span class="caps">AGO</span> – “La piccola mano fredda di Chiara,<br /> i suoi occhi terrorizzati e l’incredulità sui volti dei<br /> sopravvissuti. Queste sono le immagini che rimarranno per sempre<br /> scolpite nella mia memoria. In ventidue anni di servizio non mi<br /> era mai capitato nulla di simile”. Lo dice Pasquale Gagliardi,<br /> dirigente medico dell’elisoccorso regione Calabria, che ieri è<br /> stato tra i primi ad arrivare sul greto del torrente Raganello,<br /> nel Parco nazionale del Pollino, in provincia di Cosenza, dove a<br /> causa del maltempo, una piena ha travolto degli escursionisti<br /> che stavano visitando il canyon. “Volo da oltre vent’anni – ha<br /> aggiunto – e posso dire di essere un veterano. Ho soccorso<br /> centinaia di persone in situazioni difficili, ma mai mi era<br /> capitata una disgrazia di queste dimensioni. Forse la peggiore<br /> della mia vita professionale. Quando siamo arrivati non avevamo<br /> contezza di cosa era accaduto, pensavamo di soccorrere tre<br /> persone in difficoltà. Sono bastati cinque minuti per capire che<br /> quello che era accaduto non aveva precedenti”.</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.