ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

I "calzini pazzi" e solidali vanno a ruba...

Lettura in corso:

I "calzini pazzi" e solidali vanno a ruba...

I "calzini pazzi" e solidali vanno a ruba...
Dimensioni di testo Aa Aa

Una bella storia di calzini colorati

Una storia che ha commosso la rete e ha entusiasmato il mondo dell’imprenditoria.

Grazie alla sua passione per i calzini colorati, John Cronin, un ragazzo americano di 21 anni affetto dalla Sindrome di Down, è diventato un grande businessman molto solidale.

Tutto è iniziato qual che anno fa, quando il ragazzo ha proposto al papà di avviare una start-up per produrre e vendere calze e pedalini di ogni colore e fantasia.

E così insieme hanno lanciato un negozio online, il "John's Crazy Socks" (i calzini pazzi di John), che finora ha già venduto milioni di paia di calzini di ogni sorta.
Con ricavi a sei zero: 1,3 milioni di dollari di fatturato.

"Perchè i calzini? perchè sono divertenti, sono colorati...mi piace essere creativo, e qui voglio sempre vedere cose meravigliose", dice l'entusiasta John Cronin.

E sempre tutto pronto per vedere cose meravigliose - sebbene un po' anticipo - anche per Natale...

Molto soddisfatto anche il papà, Mark: "Abbiamo creato 35 posti di lavoro, 18 sono persone con disabilità. Abbiamo raccolto oltre 135.000 dollari per le associazioni di beneficenza con cui collaboriamo. I I nostri clienti sono felici. Abbiamo oltre 10.000 recensioni online, il 96 percento di queste sono recensioni a cinque stelle".

Prodotti originali, naturalmente: la confezione è, infatti riempita, con tante caramelle e un dolce biglietto di ringraziamento da parte di John, che incarta lui stesso il pacchetto da spedire.

REUTERS/Shannon Stapleton
Un po' di calzini pazzi.....REUTERS/Shannon Stapleton

Senza dimenticare che l’azienda di John - con sede a Melville, New York - devolve parte del ricavato in beneficenza. Con una particolare attenzione alle associazioni che si occupano di autismo.

I calzini più richiesti? Quelli di Trump e di...Obama.

Altro da Cult