ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Hip Hop come condivisione al Festival di Montpellier

Lettura in corso:

L'Hip Hop come condivisione al Festival di Montpellier

L'Hip Hop come condivisione al Festival di Montpellier
Dimensioni di testo Aa Aa

Se non c’è condivisione non c’è spettacolo, questo il leit motiv di "Danser Casa" il gruppo formatosi in Marocco un anno fa dall'idea di due divi dell'hip hop francese, Kader Attou e Mourad Merzouki. Il gruppo è presente al festival della danza di Montpellier, che termina il prossimo 7 luglio, e resterà in tour perpetuo anche nel resto della Francia e in alcune città europee, come l'italiana Torino.

"I ballerini conoscono molto bene le dinamiche delle gare di ballo, sono cresciuti in parallelo a questi eventi praticamente. E quando io e Mourad abbiamo proposto un lavoro coreografico i ballerini hanno fatto il provino ben coscienti di quanto li aspettasse. Volevano provare una nuova esperienza e volevano esibirsi affrontando una nuova avventura che avesse una coreorgrafia precisa." Queste le parole di uno dei fondatori di "Danser Casa", Kader Attou, direttore artistico, danzatore e coreografo della compagnia Accrorap. Attou è uno dei maggiori rappresentanti dell’hip-hop contemporaneo in cui convergono un mix di culture e impegno umanitario.

L'ambizioso progetto di Kader Attou e Mourad Merzouki è quello di aver voluto creare una compagnia di danzatori marocchini dai più vari percorsi formativi provenienti da città diverse con un unico punto in comune: la passione per le battaglie hip-hop.

Altro da Cult