ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ilaria Alpi, GIP rinvia di nuovo la decisione sull'archiviazione o sulla riapertura inchiesta

Lettura in corso:

Ilaria Alpi, GIP rinvia di nuovo la decisione sull'archiviazione o sulla riapertura inchiesta

Ilaria Alpi, GIP rinvia di nuovo la decisione sull'archiviazione o sulla riapertura inchiesta
Dimensioni di testo Aa Aa

"L'hanno uccisa gli italiani". Questa frase pronunciata nel corso di una conversazione da due cittadini somali residenti in Italia nel 2012, è stata al centro delle ultime nuove indagini preliminari della Procura di Roma sull'agguato che il 20 marzo del 1994, a Mogadiscio, costò la vita alla giornalista del Tg3, Ilaria Alpi e all'operatore Miran Hrovatin.

Le carte ricevute erano state inviate a Roma dalla procura fiorentina che stava indagando su un traffico di camion dismessi dell'Esercito italiano verso la Somalia.

La decisione del GIP di Roma, (se aprire o no una inchiesta ufficiale sull'agguato) è stata rinviata di altri giorni, ma Il pm Elisabetta Ceniccola ha ribadito la richiesta di archiviazione già sollecitata qualche settimana fa, in quanto - secondo il magistrato - le intercettazioni sono irrilevanti ai fini dell'inchiesta.

Se il Gip però deciderà diversamente, le nuove piste investigative potranno anche vertere su presunti depistaggi legati alla vicenda del falso testimone Ahmed Ali Rage, detto Gelle, che un primo momento aveva accusato un miliziano somalo, Omar Hashi Hassan, per poi ritrattare tutto. Hassan, condannato prima a 26 anni di prigione, è stato poi assolto nella revisione del processo svoltasi a Perugia. La procura di Firenze aveva chiesto di trasmettere le intercettazioni alla procura di Roma nel dicembre del 2012, quando Hassan era in carcere. Ma i documenti sarebbero stati protocollati solo nel gennaio del 2018.