ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Macron contro tutti tra applausi e critiche al Parlamento europeo

Lettura in corso:

Macron contro tutti tra applausi e critiche al Parlamento europeo

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ stata una giornata lunga al Parlamento europeo di Strasburgo, dove gli eurodeputati hanno assistito al tanto atteso discorso del presidente francese Emmanuel Macron.

Nella sua visione del futuro per l’Europa il giovane presidente francese ha presentato diverse iniziative per rilanciare il progetto europeo. Tra questi: la necessità di uscire dall’impasse sulla revisione del regolamento di Dublino (prevedendo anche la creazione di un fondo per le comunità che accolgono i migranti), la previsione di un’adeguata imposizione fiscale per i colossi del digitale e il completamento dell’unione bancaria.

Una maggiore sovranità europea, insomma, essenziale secondo Macron per far fronte ai cambiamenti sociali, economici e climatici che l’Europa sta vivendo. “Appartengo a una generazione che non ha conosciuto la guerra e che si permette il lusso di dimenticare il proprio passato”, ha esclamato.

Al centro del suo progetto c‘è infatti il tentativo di far avvicinare le nuove generazioni alla politica europea, in modo da contrastare i populismi che in questo momento stanno guadagnando terreno in diversi Paesi europei. Ma la sua ricetta non piace agli euroscettici, spaventati che un’Europa piu forte possa ledere la sovranità degli Stati membri.
Tra questi Syed Kamall, leader dei conservatori e riformisti, ha accusato il presidente francese di non essere onesto con gli elettori europei e lo ha invitato ad ammettere che la sua visione attribuirebbe uno sproporzionato potere all’UE a detrimento dei singoli paesi.

Una cosa è certa: per vedere il suo sogno realizzato Macron ha meno di un anno di tempo. La Brexit si avvicina e in vista delle elezioni europee servirà ben altro che un semplice discorso per convincere i quasi 500 milioni di europei.