ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sauditi e Yemen, l'opinione di Riyad

Lettura in corso:

Sauditi e Yemen, l'opinione di Riyad

Sauditi e Yemen, l'opinione di Riyad
Dimensioni di testo Aa Aa

Il ruolo dell'Arabia saudita nel conflitto yemenita non manca di suscitare polemiche. Abbiamo raggiunto il generale Ahmed Assiri, ex portavoce della commissione araba contro gli Houthi in Yemen, a latere di un evento organizzato dal nostro canale a Parigi. Per cercare di avere delle risposte a proposito del comportamento del suo paese circa quanto accade in quella regione del mondo. Ecco cosa ci ha detto:

"L'accordo che abbiamo con i nostri amici a Washington è quello di continuare a lavorare assieme per la stabilità della regione contro i gruppi terroristi, contro gli estremisti di quei paesi che hanno ideologie che hanno esportato fuori dai propri confini. Abbiamo bisogno che legge internazionale venga implementata. Che venga rispettata la sovranità dei paesi, il rispetto delle regole interne, e che gli stati collaborino fra di loro".

La nostra corrispondente prova a obiettare che: "La guerra va avanti da tre anni e che ci sono stati 10.000 morti e tre milioni di sfollati, le epidemie fanno strage.¨ Perché questa mattanza continua se anche la casa Saudita dice che l'Iran non è un rivale del vostro paese?"

"E' il motivo per cui lavoriamo assieme contro i paesi che utilizzano delle milizie. Abbiamo bisogno che la comunità internazionale faccia pressione nell'area perché non continuino a confluirvi delle milizie".

Amnesty international ha accusato Washington e Londra di fornire armi ai sauditi. Armi che servono per continuare la guerra. Con la pace in Yemen che sembra sempre piu' lontana.