ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Australia dice si alle nozze gay

Lettura in corso:

L'Australia dice si alle nozze gay

Dimensioni di testo Aa Aa

Al momento dell'approvazione della legge l'aula è esplosa in un urlo di gioia e la commozione è venuta fuori senza inibizioni. Salgono a 25 i Paesi del mondo in cui è legale il matrimonio omosessuale, ora c'è anche l'Australia. Il parlamento ha approvato questo giovedì in via definitiva la legge che avalla l'unione tra persone dello stesso sesso. 

La norma arriva dopo un acceso dibattito e anche un sondaggio tra gli elettori australiani, sondaggio a cui il 62 % degli interpellati ha risposto con un si alle nozze omosessuali.

Janet Rice, senatrice dei Verdi, dopo il voto, festeggiando, ha detto: "È un giorno storico per l'Australia oggi e credo che la festa in tutto il Paese, quando finalmente avremo raggiunto l'uguaglianza nel matrimonio, sarà immensa".

La norma era passata la scorsa settimana al senato, ora il si definitivo alla camera bassa, che ha respinto tutti gli emendamenti. Fin dai minuti precedenti il voto, attivisti dei diritti civili hanno iniziato a radunarsi fuori dall'aula.

Tra circa due mesi, i primi matrimoni gay.