ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Legends of Space: quando Philae planò sulla cometa

Lettura in corso:

Legends of Space: quando Philae planò sulla cometa

Dimensioni di testo Aa Aa

Nella nostra miniserie “Legends of Space” torniamo indietro al novembre del 2014, quando Philae, il lander della sonda Rosetta, si posò con successo sulla superfice di una cometa. Ecco come ricordano quel giorno alcuni degli scienziati che parteciparano al progetto.

Matt Taylor, scienziato del progetto Rosetta: “Quando abbiamo lanciato Philae, la finestra di tempo a nostra disposizione era molto breve. All’inizio dell’anno non sapevamo neanche che aspetto avesse la cometa, qualche mese avremmo dovuto far atterrare un oggetto di cento chili sulla sua superficie. Pensavo ogni giorno che tutto sarebbe andato in pezzi. Il livello di stress dell’operazione Rosetta è stato incredibilmente alto. E’ stata una vittoria frutto di una collaborazione internazionale. Rosetta ha mostrato i risultati che si possono ottenere lavorando insieme”.

Gerhard Schwehm, scienziato e mission manager: “Ho provato gioia e sollievo. Qualche minuto dopo alcuni colleghi mi hanno fatto notare che Philae stava ancora saltando, ma lo stava facendo sulla superfice della cometa. Era atterrata, tutto il resto per me era secondario”.

Roger-Maurice Bonnet, ex direttore del programma scientifico dell’Esa: “È stato un momento di vera gioia: tutti si abbracciavano, senza badare al rango o alla gerarchia politica, era semplicemente una vittoria del genere umano su un oggetto mitico”.