ULTIM'ORA

Spagna: Madrid prende il controllo delle forze di sicurezza catalane

Il presidente catalano, Carles Puigdemont, accusa il governo spagnolo di essere "il guardiano della tomba" di Franco

Lettura in corso:

Spagna: Madrid prende il controllo delle forze di sicurezza catalane

Dimensioni di testo Aa Aa

Il governo catalano prova a ostacolare la decisione dell’esecutivo spagnolo di prendere il controllo delle forze di sicurezza. Mentre la guerra istituzionale tra Barcellona e Madrid porta in piazza anche gli oppositori al referendum per l’indipendenza del primo ottobre, il coordinamento di dei Mossos d’Esquadra è stato affidato al capo del gabinetto del ministero degli Interni.

A Madrid c‘è chi teme che il governo catalano possa arrivare a una Dichiarazione Unilaterale d’Indipendenza.

“Non ci sarà un referendum perché nessuna democrazia al mondo, nessuna può accettare la liquidazione della Costituzione e delle norme di convivenza che ci sono state date, né che sia liquidata la sovranità nazionale – ha detto il Primo ministro Mariano Rajoy – Insistere è ridicolo e, con la massima franchezza, provoca una tensione inutile nella società”.

Una situazione apparentemente inconciliabile, con il presidente catalano, Carles Puigdemont, che accusa il governo spagnolo di essere “il guardiano della tomba” del dittatore Francisco Franco.

“Certamente voteremo, chi dubita che voteremo? – replica il presidente del governo catalano – Perché in questo paese si stanno attuando pratiche proprie dei paesi totalitari, con il taglio dell’accesso a internet a pagine perfettamente legali semplicemente perché aiutano le persone a conoscere dove devono andare a votare”.

A Barcellona si muovono anche i movimenti universitari: centinaia di studenti hanno trascorso la notte all’interno di un ateneo per protestare contro l’opposizione di Madrid al referendum.

Alcune centinaia di loro hanno occupato un chiostro della struttura universitaria.