ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

100 milioni di € per il restauro di Notre-Dame de Paris

Lettura in corso:

100 milioni di € per il restauro di Notre-Dame de Paris

Dimensioni di testo Aa Aa

Il fascino dell’antico ha sempre un prezzo. Per Notre-Dame de Paris sarebbe di 100 milioni di euro. È la stima avanzata dall’arcivescovo della capitale francese per il restauro che ormai è diventato un’impellente necessità. Pietre che si sgretolano, deterioramento delle gargouille, affaticamento delle arcate. Il Direttore della comunicazione di Notre-Dame André Finot ipotizza che parte della colpa sia da imputare al restauro effettuato a metà Ottocento.

“C‘è da chiedersi se i restauratori del XIX secolo non si siano fatti imbrogliare sulla qualità dei materiali” spiega. “Quel che notiamo è che in certi punti su due pietre che sono state sostituite alla stessa epoca e che non sono più state mosse, una è perfettamente conservata mentre l’altra ha subito un pesante degrado”.

L’ipotesi di crolli e cadute anche solo di piccole parti dalla facciata è un rischio troppo elevato per uno dei monumenti più visitati al mondo.

“È il simbolo di Parigi, il simbolo della Francia, famosa tanto quanto la Città Proibita in Cina. È un luogo da non perdere” spiega una turista cinese.

“Per me è il film, il Gobbo di Notre-Dame, e anche il libro. Dopo averlo letto avevo deciso che dovevo venire a vedere” dice una ragazza venuta dagli Stati Uniti.

Da metà Ottocento ad oggi i fattori che pesano sulle condizioni di conservazione della cattedrale, finita di costruire a metà del XIV secolo, sono ben altri: non soltanto la pressione turistica ma ovviamento l’inquinamento atmosferico. Già ora il bilancio dello Stato prevede 2 milioni di euro all’anno per la conservazione di Notre-Dame. Che anche se un po’ sgretolata, merita sempre una visita.