ULTIM'ORA

Harvey: la catena umana degli aiuti

Lettura in corso:

Harvey: la catena umana degli aiuti

Dimensioni di testo Aa Aa

Oltre alle autorità federali e nazionali, è una catena umana quella che si è creata a Huston. Vicini che si aiutano nelle strade che ormai sono diventati fiumi. Ad essere piú in difficoltà sono gli anziani ed è per loro che si sono mossi i volontari. Mentre si moltiplicano su Twitter e altri social gli appelli ai soccorritori da parte di persone intrappolate.

“Abbiamo iniziato a mettere in salvo alcuni vicini, li abbiamo aiutati ad uscire dalle loro case, li abbiamo messi qui, al sicuro. All’ultimo conteggio erano una undicina di persone, sei cani e due gatti. Si è creata una sorta di Arca di Noè nelle ultime sei sette ore”.

La difficoltà principale che stanno riscontrando i soccorritori è quella di muoversi per le strade della città texana. Si portano fuori i bambini mentre le macchine galleggiano nella corrente. Molti dicono addio ai risparmi di una vita mentre lasciano le loro case . Sarebbero più di 316.000 le persone senza elettricità.

Mentre si aspetta il ritorno di Harvey per mercoledÌ è già Inizata la conta dei danni di quella che è stata definita l’inodazione peggiore che ha colpito il Texas.

This bearsrepeating. Whenescapingflood waters in yourhome DO NOT gettrappedin yourattic. Geton the roof and call 911. pic.twitter.com/XsUeuFOxrb

NWS (@NWS) 28 agosto2017