ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Charlottesville: Trump liquida i consiglieri economici

Lettura in corso:

Charlottesville: Trump liquida i consiglieri economici

Dimensioni di testo Aa Aa

Licenziati! Donald Trump smantella i due team dei consiglieri politici ed economici della Casa Bianca. La mossa, onda lunga della polemica sulle violenze di Charlottesville, non è tanto una decisione del Presidente quanto la constatazione di un dato di fatto: l’atteggiamento d’accondiscendenza di Trump nei confronti dei suprematisti bianchi ha spinto l’industria americana a voltargli le spalle, con una valanga di dimissioni e critiche da parte dei vari Ad membri delle due squadre.

L’annuncio di Trump è arrivato come sempre attraverso un Tweet dai toni di sfida: consiglieri licenziati. Grazie a tutti!

Ma l’atteggiamento del magnate dell’immobiliare che ha messo sullo stesso piano simpatizzanti del Ku Klux Klan e i contro-manifestanti con cui si sono affrontati comincia ad assomigliare ad un punto di non ritorno.

Fatto mai accaduto, i due soli predecessori Repubblicani del Presidente ancora in vita, Bush padre e Bush figlio, hanno emesso un comunicato in cui chiedono all’America di rifiutare il razzismo, l’antisemitismo ed ogni forma di odio.

La Premier britannica Theresa May, l’alleata numero uno di Washington oltreoceano, ha condannato le posizioni di Trump con estrema ed inusuale fermezza. Una condanna altrettanto severa e diretta delle parole di Trump sono arrivate da Berlino, sia da parte della Cancelliera Angela Merkel che da parte di Martin Schulz. “I commenti di Trump sono le esternazioni confuse di un uomo pericoloso” ha detto il leader dell’Spd. “Non dovremmo tollerare le mostruosità che escono dalla bocca del Presidente”.