ULTIM'ORA

Judo: Grand Prix Hohhot, Graf e Krpalek in forma Mondiale

Si è chiuso con la terza giornata il Grand Prix di Hohhot, in Cina, ultima tappa del World Tour prima dei Mondiali di Budapest.

Lettura in corso:

Judo: Grand Prix Hohhot, Graf e Krpalek in forma Mondiale

Dimensioni di testo Aa Aa

Si è chiuso con la terza giornata il Grand Prix di Hohhot, in Cina, ultima tappa del World Tour prima dei Mondiali di Budapest.

La woman of the day, Bernadette Graf, ha conquistato l’oro nella categoria 78 chili. L’austriaca conferma di aver avuto ragione nel cambio di categoria, che l’ha portata a lasciare i 70 kg. In Cina, Graf ha superato con un ippon l’olandese Karen Stevenson in finale, centrando la quinta vittoria nel World Tour della carriera, la prima in questa divisione di peso. In vista dei Mondiali di Budapest, meglio segnarsi in suo nome in agenda.

Il man of the day è Lukas Krpalek, che si è imposto nella categoria uomini oltre i 100 chili. Dopo la vittoria nel Grand Prix di Antalya e il terzo posto nei campionati europei, il ceco ha messo un altro tassello nel suo percorso di ascesa nella categoria dei pesi massimi. Il campione olimpico nella categoria inferiore si è liberato in semifinale del russo Andrey Volkov, testa di serie numero 1 del torneo, battuto da un waza ari e un ippon. Nell’attesissima finale contro il mongolo Duurenbaya Ulziibayar, Krpalek ha dovuto ancora rincorrere. Dopo aver subito un waza-ari, il ceco ha pareggiato i conti mettendo a segno poi l’ippon che gli ha permesso di conquistare il secondo successo stagionale nel World Tour dopo quello in Turchia.

L’ippon of the day è di Kirill Denisov, capace di sconfiggere lo svedese Joakim Dvarby con un fantastico sgambetto de ashi barai in un combattimento nella categoria fino ai 100 chili. Denisov non ha potuto nulla in finale, quando ha ceduto al campione del mondo giapponese Haga Ryunosuke.

Nella categoria 90 kg, trionfo per Khusen Khalmurzaev. Il russo, bronzo agli ultimi Europei, ha battuto in finale il numero 1 del mondo, il serbo Aleksandar Kukolj, grazie a un uchi mata che ha prodotto il waza-ari decisivo. Per Khalmurzaev si tratta del secondo successo nel World Tour dopo quello ottenuto lo scorso anno a Samsun, in Turchia.

Primo successo internazionale per Han Mi-Jin nei pesi massimi donne. La giovane sudcoreana ha superato in finale con un waza-ari al golden score l’ucraina Yelyzaveta Kalanina, prima testa di serie del torneo. Appuntamento ora ai Mondiali, in programma dal prossimo 28 agosto a Budapest.