ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Addio roaming in tutta Europa


Redazione di Bruxelles

Addio roaming in tutta Europa

I consumatori europei da oggi hanno un vantaggio in più: l’abolizione dei costi del roaming è finalmente diventata realtà. Coloro che viaggiano all’interno dell’Unione europea potranno chiamare, inviare messaggi e connettersi a internet allo stesso prezzo che pagano nel loro Paese. Una rivoluzione che semplificherà la vita e renderà meno costose le vacanze.
“Penso che sia una buona notizia – afferma un giovane francese – perché molti di noi hanno amici in tutta Europa. Tutto questo va di pari passo con l’abbattimento delle frontiere all’interno dell’Unione europea. Per me è una cosa molto buona”.
Il traguardo è stato raggiunto dopo anni di negoziati tra le istituzione europee e gli operatori telefonici, che lentamente hanno cominciato ad abbassare i loro costi per il roaming.
La nostra corrispondente, Isabel Marques Da Silva, ha attraversato la frontiera francese e si è diretta in Lussemburgo “la prima cosa che ricevo è un messaggio sul mio cellulare circa l’uso del servizio roaming. Tutto questo terminerà il 15 giugno”, ha affermato.
L’abolizione si applica a tutti i 28 Paesi dell’Unione europea, Regno Unito incluso, anche se per poco.
Dopo la Brexit, infatti, i cittadini britannici potrebbero tornare a pagare di più, a meno che non si raggiunga un accordo come quello previsto per estendere la fine del roaming anche ai paesi dello spazio economico europeo.
“Sarà possibile utilizzare questo tipo di soluzione per i britannici per esempio. Penso che una volta che la Brexit entrerà in vigore verranno automaticamente applicati questi tipi accordi”, è la speranza di una signora.
Attenzione pero’: l’abolizione dei costi extra è valida solo per le chiamate effettuate o ricevute quando si è all’estero, ma non si applica alle chiamate da linea fissa verso un altro Paese.

Redazione di Bruxelles

Clima: gli eurodeputati approvano misure per ridurre i gas serra