ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Corbyn: "Se perdo le politiche resto leader del Labour"


Regno Unito

Corbyn: "Se perdo le politiche resto leader del Labour"

ALL VIEWS

Clicca per scoprire

In campagna elettorale con la previsione di perdere, Jeremy Corbyn fa sapere che, qualunque sia l’esito delle politiche, non lascerà la guida del partito laburista inglese. Inoltre pur avendo detto che Brexit è cosa fatta, si è rifiutato di confermare, a una giornalista inglese che glielo ha chiesto più volte, che porterà la Gran Bretagna fuori dall’unione.

A un mese dalle politiche nel Regno Unito la contesa è tutta su Brexit. “Queste elezioni non riguardano la Brexit stessa, la questione è stata risolta. La domanda è ora che tipo di Brexit vogliamo e quale tipo di Paese vogliamo che la Gran Bretagna sia, dopo. Per il Labour, il lavoro viene prima di Brexit; nel processo di uscita vanno tutelate le industrie vitali della Gran Bretagna “ – ha detto Corbyn in un comizio a Manchester.

La premier Theresa May, candidata dei conservatori, il primo maggio è andata a fare campagna elettorale porta a porta; la leader vuole una hard Brexit e da primo ministro ha deciso che si andasse a elezioni anticipate l’8 giugno, proprio per avere l’incoronazione popolare e un mandato forte a trainare la Gran Bretagna fuori dall’Unione: “Abbiamo bisogno di un forte mandato per essere forti in questo negoziato. Ogni singolo voto dai candidati locali mi darà forza al fine di ottenere le migliori condizioni per la Gran Bretagna”- ha detto May.
May è data in testa nei sondaggi con un distacco di almeno 20 punti tra lei e il candidato laburista Corbyn. Secondo un sondaggio pubblicato da ‘the Indipendent’ May è al 46%, Corbyn al 21 e il leader libdem Tim Farron al 14.

ALL VIEWS

Clicca per scoprire

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Corea del Sud

Corea del Sud: Moon Jae-in verso la presidenza