ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Francia: colpi di arma da fuoco nel cuore di Parigi, un agente ucciso, l'Isil rivendica


Francia

Francia: colpi di arma da fuoco nel cuore di Parigi, un agente ucciso, l'Isil rivendica

Colpi di Kalashnikov sull’avenue degli Champs-Élysées a Parigi. Un poliziotto ha perso la vita, altri due i feriti ricoverati in gravi condizioni, l’assalitore è stato ucciso. L’Isil ha rivendicato l’attentato tramite l’agenzia Amaq, legata allo Stato Islamico.

“Siamo convinti” che quello di stasera è stato un assalto di “tipo terroristico”, questo il commento a caldo del presidente Hollande che ha promesso “vigilanza assoluta rispetto al processo elettorale”. Convocato il consiglio di Difesa alle otto all’Eliseo.

La procura fa sapere che l’identità del terrorista è stata stabilita ma non verrà diffusa per non compromettere le indagini in corso. Secondo il ministero dell’Interno, l’aggressore è arrivato in automobile, si è fermato e ha aperto il fuoco contro gli agenti uccidendone uno.

Questi hanno sparato solo dopo, neutralizzando l’uomo. La polizia ha diffuso un mandato di ricerca anche per un secondo sospetto implicato
nell’attentato.

La sparatoria si è verificata intorno al numero 104 di Avenue des Champs-Elysees, presso il negozio di Marks & Spencer. La stazione della metro Franklin Roosevelt, vicino all’Arc-de-Triomphe, è stata chiusa.

Intanto la prefettura di Parigi ha fatto appello alla popolazione, chiedendo di non recarsi nella zona e di rispettare le indicazioni delle forze dell’ordine. Un elicottero sorvola l’area.

La sezione antiterrorismo della procura di Parigi ha aperto un’inchiesta. La paura del terrorismo torna a pochi giorni dalle elezioni presidenziali che si svolgeranno il 23 aprile.

Marine Le Pen, leader del Front National, e Francois Fillon, candidato della destra alle presidenziali, hanno annullato i loro impegni previsti per
domani, ultimo giorno di campagna prima del primo turno di
domenica.