ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Il Parlamento europeo chiede una procedura d'infrazione contro Orban


Redazione di Bruxelles

Il Parlamento europeo chiede una procedura d'infrazione contro Orban

Lanciare un’azione congiunta contro l’Ungheria. Lo chiedono quattro gruppi del Parlamento europeo, denunciando i provvedimenti del governo di Viktor Orban che prendono di mira l’università di George Soros. Critici anche gli eurodeputati del gruppo di Orban, il Ppe, come la polacca Roza Thun: “Tutti noi dobbiamo e vogliamo rispettare i valori a cui abbiamo aderito – dice -: questo significa in particolare la libertà, la democrazia, i diritti umani, la pace. E pensando alla Central European University, la libertà d’istruzione”.

Gli eurodeputati chiedono che la Commissione avvii una procedura d’infrazione. L’attivazione dell’articolo sette paragrafo uno del Trattato consentirebbe di determinare se esiste un rischio di violazione dei valori europei, spiega l’olandese Sophia in ‘t Veld: “Noi dell’Alde siamo decisamente a favore dell’attivazione dell’articolo sette paragrafo uno. Significherebbe avviare il processo di dialogo, indagare, e alla fine, se il governo non risponde, non si adegua, si potrebbe arrivare a sanzioni. Si spera sempre di non dover ricorrere a un ultimatum, ma mi farebbe molto piacere se finalmente anche gli Stati membri si esprimessero”.

Anche la Commissione ha cominciato a studiare il testo della legge.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

traduzione automatica

Redazione di Bruxelles

Brexit: per il Regno Unito previsti fino a 60 miliardi di "bolletta"