ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Brexit: per Bruxelles non ci saranno vendette, ma anche Gibilterra deve lasciare l'UE


Regno Unito

Brexit: per Bruxelles non ci saranno vendette, ma anche Gibilterra deve lasciare l'UE

“Stiamo calmi e negoziamo”.

Scherza, ma nemmeno troppo Michel Barnier, francese e capo negoziatore per il dossier Brexit in nome dell’Unione Europea.

Barnier ci tiene da giorni a dire che non ci saranno vendette verso Gibilterra, che è un possedimento britannico nella penisola iberica. Ma i fatti sono molto complicati. I cittadini della rocca si sono detti a stragrande maggioranza contro la Brexit, ma vogliono restare sotto la giurisdizione di Londra.

Così Barnier: “Dal punto di vista giuridico Gibilterra uscirà dall’Unione Europea in contemporanea con il Regno Unito. È tutto quello che posso dire”.

Una dichiarazione confermata dal premier di Gibilterra: “Gibilterra non è moneta di scambio in questi negoziati. Appartiene ai suoi cittadini e noi vogliamo restare britannici. Non c‘è niente da cambiare e nessuno ci toglierà la sovranità britannica”.

Ma le cose sono più complicate. Gibilterra ha respinto la proposta di Madrid di una sovranità condivisa fra Londra e la Spagna, anche se la gli iberici rivendicano da sempre questo territorio. Qui però in molti non sono per nulla entusiasti del lasciare l’Unione Europea.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

mondo

Presidente popolari europei Weber: "a Londra politici non capiscono cosa significhi Brexit"