ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Theresa May in cerca di consensi in Scozia


Redazione di Bruxelles

Theresa May in cerca di consensi in Scozia

Un giorno prima di invocare l’articolo 50 del trattato UE per avviare i negoziati e lasciare l’Unione europea, ciò che è veramente in gioco per il Regno Unito è l’unità.
Il premier britannico Theresa May si è recato in Scozia, pochi giorni dopo che Nicola Sturgeon ha dichiarato voler indire un secondo referendum per l’indipendenza scozzese, che si terrà entro due anni.
Theresa May ha risposto che ora non è il momento.
Il suo messaggio era forte e chiaro sia per la Scozia che per l’Irlanda del Nord, unico confine terrestre con l’UE, dove la rinascita del nazionalismo potrebbe diventare un vero problema.

Mentre la tensione tra il presidente turco Erdogan e vari governi europei è alta, resta meno di un mese al il referendum cruciale che determinerà se Erdogan potrà allargare i suoi poteri o meno.
Le urne per i cittadini turchi in Germania, Austria, Svizzera, Belgio, Francia e Danimarca sono aperte da ieri, con la possibilità di votare fino al 9 aprile.
Quasi 3 milioni di immigrati turchi vivono in Germania, e circa la metà potrà votare al referendum.
Vediamo quali sono gli umori Laggiù.

Più tardi in giornata, in tema di Brexit, il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani accoglierà il sindaco di Londra, dove è alto il consenso a rimanere in Europa. Sadiq Khan sarà a Bruxelles quasi una settimana dopo l’attacco terroristico mortale nel cuore della sua città..

Mogherini incontra Mahmud Abbas: "quella a due stati è la unica via praticabile per la soluzione del conflitto israelo-palestinese"

Redazione di Bruxelles

Mogherini incontra Mahmud Abbas: "quella a due stati è la unica via praticabile per la soluzione del conflitto israelo-palestinese"