ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La musica tradizionale cinese incontra quella russa

Lettura in corso:

La musica tradizionale cinese incontra quella russa

Dimensioni di testo Aa Aa

I ritmi della musica tradizionale cinese hanno invaso la Organ Hall di Sochi, in Russia.

I ritmi della musica tradizionale cinese hanno invaso la Organ Hall di Sochi, in Russia. La Hong Kong Chinese Orchestra è stata l’ospite speciale del Winter International Arts Festival.

Fondata 40 anni fa, l’orchestra include 85 musicisti.

“Di solito suoniamo melodie tradizionali, ma cerchiamo anche di aggiungere molte idee creative, per avere una sorta di connubio. Lavoriamo molto sull’arricchimento della musica cinese, perché la gente capisca che non è qualcosa di vecchio, ma di fresco e creativo”, racconta Yan Huichang, direttore dell’orchestra.

L’orchestra suona centinaia di strumenti, tra cui il “cheng”, uno dei più antichi, con circa 3000 anni di storia.

“È uno strumento che era molto popolare sotto la dinastia Tang, nel VII-IX secolo. A quel tempo però lo suonavano solo uomini, era vietato alle donne. Il mio cheng è piuttosto nuovo, ma è praticamente una copia di quello antico”, spiega la musicista Luo Jing.

Alcuni strumenti antichi sono stati rimodellati dall’orchestra per creare nuovi suoni, con un’attenzione particolare al rispetto dell’ambiente. È il caso dell’erhu, che ha più di 2000 anni di storia. L’orchestra è intervenuta sulla versione originale sostituendo la pelle di pitone con membrane PET riciclabili.

Nel 2001 un migliaio di di suonatori di questo strumento si sono uniti all’orchestra, per una permorfance da Guiness: hanno ottenuto il record mondiale per il maggior numero di persone che suonano insieme l’erhu”.

In occasione del festival di Sochi, l’Hong Kong Chinese Orchestra si è esibita insieme ai “Solisti di Mosca”. I musicisti russi confessano che non è stato facile mettere insieme suoni così diversi ma sono stati al passo.

Si sono esibiti con brani di compositori contemporanei, in particolare del cinese Tan Dun e del russo Alexander Tchaikovsky.

Per altre informazioni sul festival:
http://rbth.com/culture_calendar/2017/02/14/10th-winter-international-arts-festival-in-sochi_702086