This content is not available in your region

Reddito di cittadinanza: sperimentato in molti Paesi

Access to the comments Commenti
Di Euronews
Reddito di cittadinanza: sperimentato in molti Paesi

<p>Otto Paesi nel mondo hanno provato a introdurre il reddito di cittadinanza, con esito diverso.</p> <p>In Italia a proporre la misura per primo il M5s.</p> <blockquote class="twitter-tweet" data-lang="en"><p lang="it" dir="ltr">Prima deridevano il <a href="https://twitter.com/hashtag/RedditoDiCittadinanza?src=hash">#RedditoDiCittadinanza</a>. Ora che possono sfruttarlo elettoralmente, si attaccano al nome. <a href="https://twitter.com/hashtag/PDIssociati?src=hash">#PDIssociati</a> <a href="https://twitter.com/hashtag/coffeebreakla7?src=hash">#coffeebreakla7</a></p>— Danilo Podda (@DanyData) <a href="https://twitter.com/DanyData/status/833961469939171328">February 21, 2017</a></blockquote> <script async src="//platform.twitter.com/widgets.js" charset="utf-8"></script> <p>In Francia il candidato socialista Benoit Hamon lo ha introdotto nel suo programma elettorale.</p> <p>E intanto in Europa, il primo paese a sperimentarlo è la <strong>Finlandia</strong>. Il progetto è iniziato il 1 gennaio di quest’anno.</p> <p>Il test è fatto su un campione di 2000 disoccupati d’età compresa tra i 25 e i 58 anni, che riceveranno 560 euro al mese. <br /> Tutti continueranno a percepire l’indennità per l’affitto e i rimborsi per le spese mediche ma non l’indennità di disoccupazione.</p> <p>Il costo è stimato intorno ai 20 milioni di euro per due anni.</p> <p>Sini,34 anni, fa parte del gruppo campione, tutti i mesi, che lavori o no, percepisce il reddito di cittadinanza.</p> <p>“È un’opportunità fantastica, è come se avessi un lavoro part-time; qualsiasi cosa io faccia , questo reddito può solo aumentare e non diminuire”.</p> <p>L’esperienza verrà considerata positiva se i disoccupati continueranno a cercare lavoro, in questo caso la Finlandia estenderà la misura a tutti. La semplificazione burocratica è uno dei vantaggi che porterebbe, stando a quest’analista:</p> <p>Johannes Kananen, Università Helsingfors: </p> <p>“Al momento, ci sono più di un centinaio di accordi previdenziali, perché non pensare di sostituirli con uno solo. Sarebbe più semplice e si sarebbe liberi di scegliere autonomamente cosa fare della propria vita”.</p> <p>È l’idea, tra l’altro, che ha portato il socialista <strong>Benoit Hamon</strong> a prevalere sugli altri candidati alle primarie del partito socialista francese per le presidenziali di maggio.</p> <blockquote class="twitter-tweet" data-lang="en"><p lang="it" dir="ltr"><a href="https://twitter.com/hashtag/Hamon?src=hash">#Hamon</a>,con il reddito di cittadinanza,vince a sorpresa le primarie della sinistra in Francia. Ne parleremo sabato prossimo a <a href="https://twitter.com/hashtag/Benevento?src=hash">#Benevento</a>. <a href="https://t.co/0RXsQKOnnx">pic.twitter.com/0RXsQKOnnx</a></p>— carlo sibilia (@carlosibilia) <a href="https://twitter.com/carlosibilia/status/823942649413505024">January 24, 2017</a></blockquote> <script async src="//platform.twitter.com/widgets.js" charset="utf-8"></script> <p>Benoit Hamon vorrebbe aumentare del 10% il reddito di solidarità, che già esiste e che è riservato a coloro che non hanno più diritto alla disoccupazione. <br /> Costo 45 miliardi di euro.<br /> Vorrebbe poi introdurre un reddito universale di 750 euro per i giovani d’età compresa tra i 18 e i 25 anni. Misura che verrebbe poi estesa a tutti. </p> <p>In totale la misura costerebbe 350 miliardi all’anno.<br /> Benoit Hamon ha proposto anche la ricetta finaziaria che permetterebbe alla Francia di finanziare il progetto. Una misura che lui immagina di lungo termine e che dovrebbe comportare un cambiamento di mentalità.</p> <p>Cosa non facile da ottenere e proprio su questo scoglio si è infranto il progetto in <a href="http://it.euronews.com/2016/06/05/gli-svizzeri-secondo-le-proiezioni-hanno-detto-no-con-il-78-di-voti-contrari-al-reddito-di-base-incondizionato-per-tutti">Svizzera</a>, dove è stato respinto con un referendum l’anno scorso.<br /> ll reddito di base, secondo la proposta, avrebbe dovuto essere incondizionato e non tassato e avrebbe dovuto sostituire i vari strumenti di welfare in vigore.</p>