ULTIM'ORA

Strage di studenti sull'A4, compagnia bus ungherese accusata di negligenza

Circa 20 feriti sono rientrati in aereo. In Italia restano due persone non ancora identificate, forse gli autisti

Lettura in corso:

Strage di studenti sull'A4, compagnia bus ungherese accusata di negligenza

Dimensioni di testo Aa Aa

La bandiera ungherese è calata a mezz’asta sulla piazza del Parlamento di Budapest.

In Ungheria è giorno di lutto nazionale per le vittime dell’incidente dell’autobus di scolari andato a fuoco, dopo uno schianto contro un pilone dell’autostrada A4, nei pressi di Verona venerdì notte.

Un picchetto d’onore è stato organizzato alla presenza delle massime cariche dello Stato, mentre nelle scuole si ricordano le 16 vittime con un minuto di silenzio.

Circa 20 feriti sono rientrati in aereo, in Italia restano due passeggeri non ancora identificati, forse gli autisti.

“Stiamo cercando di gestire questo immenso dolore – dice Zoltán Csapodi, direttore della scuola Trefort Ágoston – La nostra priorità ora è rivolta a quei bambini e ragazzi che si sentono coinvolti e stravolti da quanto è accaduto”.

La priorità è identificare le vittime. Gli inquirenti ungheresi hanno perquisito gli uffici della compagnia di autobus e ipotizzano l’accusa di negligenza.

A Budapest si cercano informazioni sulle condizioni tecniche del mezzo al momento della partenza verso la località montana in Francia. A Verona si cerca di ricostruire nel dettaglio la dinamicadell’incidente, di capire se ci sono state cause contingenti, come un malore o un colpo di sonno per l’autista.

“Alcune persone sono arrivate qui portando giusto un fiore, mentre gli studenti giungono a piccoli gruppi per accendere una candela in memoria delle vittime”, conclude la corrispondente di euronews a Budapest, Andrea Hajagos.