ULTIM'ORA

Donald Trump al Times: la Brexit è una gran cosa, altri seguiranno

La Brexit finirà per rivelarsi una gran cosa e gli Stati Uniti faranno un accordo con Londra.

Lettura in corso:

Donald Trump al Times: la Brexit è una gran cosa, altri seguiranno

Dimensioni di testo Aa Aa

La Brexit finirà per rivelarsi una gran cosa e gli Stati Uniti faranno un accordo con Londra. Parola di Donald Trump che, nella prima intervista alla stampa britannica come Presidente eletto, rilasciata al Times, delinea un futuro a tinte fosche per l’Unione Europea. Altri Paesi seguiranno l’esempio ha detto il tycoon newyorkese parlando nello studio della Trump Tower. Nessun dettaglio tuttavia sui contenuti di un possibile accordo di libero scambio con il governo di Theresa May.

“Credo che la Brexit finirà per essere una gran cosa. Io lo avevo previsto, ma era una scommessa cui nessuno credeva. E ve lo dico, la gente non vuole altra gente che venga a casa sua e distrugga il suo Paese. Il Regno Unito è stato furbo ad andarsene” ha detto Trump.

Altro grande tema il giudizio, che più che politico ha la pretesa di essere storico, sulla gestione della crisi migratoria da parte della Cancelliera tedesca Angela Merkel, accusata di aver dato l’esempio del grave errore d’accogliere 1 milione di rifugiati.

“Ho grande rispetto per Merkel, penso sia stata davvero una grande leader. Credo che abbia tuttavia commesso un errore davvero catastrofico che è stato quello di accogliere tutti quei clandestini, gente accolta senza sapere veramente da dove venissero” ha affermato Trump.

Perfettamente coerente con le promesse e con le minacce proferite durante la campagna elettorale, Trump ha poi ribadito l’intenzione di rivedere meccanismi e rapporti in seno all’Alleanza Atlantica.

“Io l’ho detto già tanto tempo fa che la Nato ha dei problemi. In primo luogo è obsoleta perchè concepita tanti tanti anni fa. E, secondo, i Paesi non pagano quel che si presume dovrebbero pagare” ha accusato Trump che, in campagna elettorale, ha in particolare citato a più riprese i rapporti con il Giappone.

A 4 giorni dal passaggio di consegne con Barack Obama, Trump ha poi insistito, anche in questo caso restando fedele alla linea sinora dichiarata, sulla necessità di instaurare un rapporto di fiducia con il Capo del Cremlino, Vladimir Putin.