ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Il reddito di base universale in fase di test in Finlandia e in Scozia


mondo

Il reddito di base universale in fase di test in Finlandia e in Scozia

Il 2017 è l’anno in cui viene sperimentato il reddito di base universale in alcuni Paesi e regioni.

Finlandia, Paese pioniere in Europa

La Finlandia è il primo in Europa a farlo su scala nazionale, dal primo gennaio. Il programma durerà due anni coinvolgendo 2000 persone in cerca di lavoro, fra i 25 e i 58 anni, che riceveranno 560 euro al mese. Il budget previsto per l’operazione è di circa 20 milioni di euro. Il progetto potrebbe essere esteso all’intera popolazione.

Mentre il Paese vive una situazione economica difficile dal 2012, il governo di centro-destra intende introdurre il reddito universale per spingere i finlandesi ad accettare impieghi a tempo parziale facendo aumentare la competitività delle imprese. Una visione liberale contestata dalla sinistra e dai sindacati secondo i quali anche i lavoratori a tempo parziale, gli studenti e gli imprenditori avrebbero dovuto essere coinvolti nel programma.

Uno "stipendio" per tutti, senza distinzioni

Il reddito di base universale è una somma versata a tutti i residenti del Paese, che lavorino o meno, indipendentemente dalle loro entrate, e a vita. I suoi sostenitori ritengono che possa ridurre le disuguaglianze permettendo a tutti di poter studiare, investire in formazione professionale o nella creazione di un’impresa.

I suoi detrattori pensano che non sia sostenibile, che rischi di provocare un aumento delle tasse o che molti scelgano di non lavorare affatto.

In Scozia il reddito universale per ridurre le disuguaglianze

La Scozia è il primo territorio del Regno Unito a sperimentare questo concetto. Nel corso del 2017 la fase di test sul reddito universale sarà avviata a Glasgow e Fife. I promotori sottolineano che la questione di fondo sia la solidarietà di fronte all’aumento di disuguaglianze e indigenza negli ultimi anni. A Glasgow, dove un terzo dei bambini è povero, l’idea del reddito universale è sostenuta da Partito Nazionale Scozzese e dal Labour.

Nell'Ontario (Canada) un reddito universale da 900 euro

Nella primavera di quest’anno, la provincia dell’Ontario, in Canada, lancerà un progetto pilota su un reddito universale da circa 900 euro mensili per tutti i cittadini a partire dal prossimo autunno. Una misura che vede favorevoli due canadesi su tre secondo un sondaggio.

Gli svizzeri contrari al reddito universale nella costituzione

Lo scorso giugno in Svizzera gli elettori avevano bocciato un’iniziativa popolare che proponeva di introdurre nella costituzione federale il principio di un reddito di cittadinanza universale.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

mondo

Per l'astronauta Samantha Cristoforetti la missione più bella: fare la mamma