ULTIM'ORA

Ungheria: 10 anni a un

Alcune centinaia di persone hanno protestato a Budapest, in Ungheria, per la sentenza di condanna contro un uomo che avrebbe, secondo la magistratura, favorito le violenze al confine con la Serbia lo

Lettura in corso:

Ungheria: 10 anni a un

Dimensioni di testo Aa Aa

Alcune centinaia di persone hanno protestato a Budapest, in Ungheria, per la sentenza di condanna contro un uomo che avrebbe, secondo la magistratura, favorito le violenze al confine con la Serbia lo scorso settembre.

L’uomo, di cui si conosce solo il nome. Ahmed, è accusato di istigazione a delinquere ed è stato condannato in base alla nuova legislazione antiterrorismo.

Dice un manifestante: “Questo verdetto considera i rifugiati come criminali e adesso vogliono legalizzare il fatto che tutti i rifugiati sono criminali. Non sono tali, sono persone disperate che fuggono dalla guerra”.

Ahmed, quarant’anni, è stato condannato a dieci anni di reclusione. Si tratta di un uomo di origine siriana con un permesso di soggiorno europeo che avrebbe aiutato dei familiari a percorrere la rotta balcanica. I critici della sentenza considerano questi processi come degli spettacoli pro-governo.

Dice la nostra corrispondente: “Il verdetto è solo di primo grado e gli avvocati dell’uomo hanno promesso di fare appello. Cosa fatta anche dal procuratore. Adesso e dunque il processo continuerà in seconda istanza”.