ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Si allarga lo scandalo pedofilia nel calcio britannico


Regno Unito

Si allarga lo scandalo pedofilia nel calcio britannico

Sono ormai 6 i club britannici coinvolti nello scandalo pedofilia che sta scuotendo il mondo del calcio nel Regno Unito. A pochi giorni dalle lacrime in diretta di Andy Woodward, tra i primi ex-calciatori a denunciare le violenze subite all’epoca delle squadre giovanili, sarebbero ormai più di 20 le persone che svelano il sopruso tenuto segreto per decenni.

Jason Dunford è uno dei 4 ex-giocatori che ha preso parte alla trasmissione della BBC: “Credo che possano essere 100, se non 1.000 persone. E quello che vediamo è solo la punta dell’iceberg” dice. “La gente deve uscire allo scoperto. Il Paese deve sapere quel che è successo. Era una vera e propria cospirazione. I club hanno tenuto all’oscuro il resto del mondo del calcio. Era il loro piccolo segreto. E adesso ci rendiamo conto che il Nord-Ovest dell’Inghilterra, se non l’intero Paese, era una riserva per pedofili” accusa.

Sebbene in maniera decisamente tardiva, la Federcalcio Inglese ha ora avviato un’inchiesta non solo sugli abusi perpetrati dagli allenatori ma anche sugli insabbiamenti. Secondo la stampa britannica sarebbero ora 8 gli ex-tecnici coinvolti nello scandalo, a partire da Barry Bennell, allenatore di quarta divisione, già condannato 3 volte per abusi su minori.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Francia: françois Fillon trionfa alle primarie del centrodestra