ULTIM'ORA

Lettura in corso:

A Rabat "Visa for Music" ovvero: melodie d'Africa


Cult

A Rabat "Visa for Music" ovvero: melodie d'Africa

In partnership con

Affari e musica sono le coordinate della terza edizione di “Visa for Music“che si è svolta a Rabat, capitale del Marocco.

L’appuntamento rappresenta una piattaforma professionale per la musica di Marocco, Africa e Medio Oriente vocato allo sviluppo del mercato musicale in queste zone. In pista ci sono anche formazioni professionali come workshop sulla produzione musicale, la gestione degli artisti e il marketing internazionale.

Circa 50 band si sono esibite nell’arco di 4 giorni fra loro gli “Africa United” con membri dal Marocco, Costa d’Avorio, Congo e Comore. 10 anni fa questa band è stata fondata da FAHAD FAISOIL a Rabat.

Billy Domingo è invece il direttore del più grande festival di jazz d’Africa e viene qui per scritturare i musicisti che porta poi al Festival Jazz di Città del Capo.

Carlos Lopes da Capo Verde, ma attivo a Parigi, è un cantautore che si è esibito a Rabat con soddisfazione del suo manager.

Il gruppo punk, rock, electro del Sahara occidentale Doueh include musicisti attivi insieme da decine di anni.

La band giordana JadaL ha presentato a Rabat il suo repertorio raccolto in un nuovo album appena pubblicato. Sono la piu’ nota indie band di Giordania.

Il gruppo “Jakko” è un progetto che mette insieme le sonorità di Marocco, Senegal e Mauritania.

La nostra scelta

Prossimo Articolo

Cult

O'Sister e John Scofield al Festival Internazionale di Jazz a Madrid