ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il sogno dei 5G, ma speriamo non sia un incubo

Lettura in corso:

Il sogno dei 5G, ma speriamo non sia un incubo

Il sogno dei 5G, ma speriamo non sia un incubo
Dimensioni di testo Aa Aa

JEREMYWILKS, EURONEWS : “ Siamo al Telecom World di Bangkok Thailandia, un importante punto d’incontro per governi e autorità che decidono sul mondo delle telecomunicazioni. Fra i grandi temi di qui quest’anno il 5G, che promette un internet wireless ultraveloce. ”

Quando sarà introdotto il protocollo 5G nelle telecomunicazioni potenzierà al massimo la possibilità di comunicare trasformando la nostra vita.

PHILIPPMETZGER, DIRETTOREGENERALE, SWISSFEDERALOFFICE OF COMMUNICATIONS:” Sarà un mondo interconnesso. Un mondo in cui gli esseri umani saranno interconnessi fra loro e con le macchine. Le macchine comunicheranno fra di loro. Adopereremo diversi livelli di servizi attraverso una rete che in ultima analisi, si fonde in un unico, e in cui le persone non sono realmente consapevoli della connettività maggiorata ma saranno collegate a quello che adoperano”.

Per raggiungere il sogno 5G, che si spera non sia un incubo, gli ingegneri riuniti in conferenza prevedono velocità di trasferimento dati strabilianti.

La supervelocità di trasmissione permetterebbe di far diventare realtà il cosiddetto Internet delle cose. Ma ci sono dei rischi.

PHILIPPMETZGER: “ I rischi sono una serie di incognite sulla fattibilità tecnica di questi dispositivi e dei servizi interconnessi. Abbiamo rischi in termini di ritorno sugli investimenti. E poi ci sono i rischi in termini di applicazioni, abbiamo certamente standard di sicurezza informatici che vanno garantiti, e poi abbiamo l’impatto sulle nostre vite, si, ci sono un certo numero di punti interrogativi. “

La rivoluzione 5G, tanto osannata, dovrebbe avvenire per i comuni mortali all’alba del 2020.

Altro da Sci-tech